“Pop corks while the style knock your tops off/ghetto summer jam’s got the streets blocked off” (Inspectah Deck)

Today we deal with the brand whose claim is “luxury headwear”: Flat Fitty. Everybody tries to stay on top of their game when designing a cap and if there is a thing that you can’t say about their pieces is that they are boring. No dejà vu here with Blocked snapback: we are dealing with a piece made in grey stone washed canvas and burgundy eco leather. You know how they treat fabric in these cases? There are these giant washing machines with x pieces of pumice stones of y dimensions, they throw the fabric in and they wash it until it reaches the desired shade. Matt burgundy eco leather with very thin perpendicular irregular lines here remind of a micro snake pattern. It’s on both sides of the visor. The front of the crown has a black rectangle block embroidered and another white 3d embroidery over with not one but two triangles in this graphic. Hats off (funny one!) for the care that the designing team put into placing the rounded F that represents the logo of this brand in the exact center of the rectangle, different from the very first F. Like all this wasn’t enough the plastic closure is not an average one: it’s a custom mold that says “Flat Fitty”. Believe me if I say that beneath the one you see in the fourth picture there is the studded part that says “snapbacks” but Isy L head was too little to show you properly. Please, don’t ask yourself anymore why Flat Fitty calls their pieces “luxury headwear”, thank you.


Oggi abbiamo a che fare con il brand il cui claim è “cappelli di lusso”: Flat Fitty. Tutti provano a rimanere al top del loro gioco quando disegnano un cappello e se c’e’ una cosa che non puoi dire riguardo ai loro pezzi è che sono noiosi. Non ci sono dejà vu qui con il Blocked snapback: stiamo avendo a che fare con un pezzo realizzato in tela stone washed grigia e ecopelle bordeaux. Sai come viene trattato il tessuto in questi casi? Ci sono queste giganti lavatrici con x pezzi di pietra pomice di y dimensioni, buttano dentro il tessuto e lo lavano fino a quando raggiunge la colorazione desiderata. L’ecopelle opaco bordeaux ha delle linee finissime perpendicolari irregolari e ricorda un pattern di micro serpente. E’ su tutti e due i lati della visiera. Il davanti della corona ha un blocco rettangolare ricamato nero ed un’altro ricamo bianco in 3d sopra con non uno ma due triangoli in questa grafica. Tanto di cappello (bella questa!) per la cura che il team di design ha messo nel piazzare la F arrotondata che rappresenta il logo di questo brand, esattamente al centro del rettangolo, diversa dalla prima F. Come se questo non fosse sufficiente la chiusura di plastica non è una qualsiasi: è una chiusura stampata custom con scritto “Flat Fitty”. Credimi se ti dico che al di sotto di quella che vedi nella quarta foto c’e’ la parte con gli spuntoni con scritto “snapbacks” ma la testa di Isy L era troppo piccola per mostrartelo adeguatamente. Per cortesia non chiederti più perché Flat Fitty chiama i suoi pezzi “cappelli di lusso”, grazie.

Add Comment